Rough Type. Così si chiama il blog di Nicholas Carr, un cavaliere errante che da solo lotta contro l'utopia della tecnologia e delle attività sociali online. E' un duro perché ha la forza della verità, è un conservatore nel senso altissimo della parola. Mi ricordo quando due anni or sono mi imbattei nell'articolo che lo portò alle luci della ribalta (Is Google Making Us Stupid?) e con meraviglia vedevo scritto il mio preciso rapporto con il computer e con internet, che non avevo mai trovato le parole per descrivere.

By putting the means of production into the hands of the masses but withholding from those same masses any ownership over the product of their work, Web 2.0 provides an incredibly efficient mechanism to harvest the economic value of the free labor provided by the very, very many and concentrate it into the hands of the very, very few.

Inutile dire che ho già ordinato il suo prossimo libro: The Shallows: What Is Internet Doing to our Brains.

Commenta