Azzardiamo? Ci provo: Buffon, Grosso, Chiellini, Panucci, Zambrotta, Ambrosini, Aquilani, De Rossi, Cassano, Toni, Perrotta. Casillas, Sergio Ramos, Puyol, Marchena, Capdevila, Silva, Senna, Xavi, Iniesta, Torres, Villa.
La Spagna ha qualità, altrochè. Gioca lentamente, e colpisce con movimenti repitini, preparati in modo sornione. Sembra addormentata, e invece Iniesta o Silva liberano un uomo davanti al portiere dal nulla. Lasciare Fabregas in panchina è un suicidio. Ma contenti loro. Quindi? Quindi bisogna tenere i ritmi altri, non lasciarli giocare, preferibilmente giocare noi nella loro metacampo.
Inoltre conteranno molto i duelli individuali. Panucci-Villa, Chiellini-Torres; non è difficile da indovinare. De Rossi su Silva e Ambrosini su Iniesta. Qui si deciderà la partita. Ambro ha forza fisica per vincere in partenza il duello col buon Andrès. Quindi la partita si deciderà veramente sull’altra fascia. A te la responsabiltà, Lele.
Poi se Cassano e Perrotta faranno bene il loro mestiere, dovrebbero riuscire a tenere impegnato minimo Senna, forse anche Xavi. Quindi dovremmo avere, quasi sempre, Aquilani libero in mezzo al campo. A te la seconda responsabilità, Aquilo.

Commenta