Nella mia vita ideale, come Nietzche, passerei le giornate in lunghe passeggiate sul lago di Ginevra o nei lungomare della Versilia. Lì mi verrebbe in mente almeno un’idea geniale al giorno, ad esempio l’eterno ritorno dell’uguale, che alla sera, davanti al fuoco di un camino, tramuterei in un libro. Invece, come in un paio di famosi versi di Marlowe, mi devo accontentare delle idea semi-buone che la mia mente cova mentre, dopo pranzo, cado in dormiveglia sul divano.

Commenta